Come scegliere il costume da bagno

Ci siamo quasi. Tra poco ci toccherà la prova costume. E già so. Non abbiamo mangiato kellog’s integrali a colazione, non abbiamo fatto merenda con activia, abbiamo mangiato carboidrati dopo le 4 del pomeriggio, abbiamo fatto l’abbonamento annuale in palestra e ci siamo andate 3 volte, non abbiamo massaggiato con costanza l’anticellulite. E così. Quante di noi possono affermare “Mi sento pronta per la prova costume?” Io non mi sento prova, posso dichiarare subito resa?

Beh, comunque c’è poco da fare, non è che mo’ non andiamo a mare perché non ci sentiamo pronte per la prova costume. Ci facciamo coraggio e andiamo a comprarci un bel costume da bagno.

Il momento giusto per scegliere un costume da bagno

Cerca di andare a comprare il costume un giorno in cui ti senti abbastanza bene con te stessa, possibilmente non un lunedì dopo un week-end passato in agriturismo quando sicuramente sarai gonfia. E neanche dopo che hai passato la notte a studiare con un pacco di biscotti davanti. .E magari prima fatti una lampada. Io per esempio sono abbastanza contraria alle lampade, ma l’effetto pelle bianca + luci a neon  del camerino + ritenzione idrica può avere effetti sull’autostima davvero devastanti.   Un poco di colore in questi casi aiuta.

Che costume da bagno scegliere

Lasciate perdere quello che si porta o non si porta. Se questa affermazione è vera nello stile in generale tanto più è vera se si tratta di scegliere un costume da bagno, affare quanto mai delicato.

Prima di tutto: bikini o costume intero?

Beh, ogni anno sento dire “questo è l’anno del costume intero, quest’estate tutte con l’intero e bla bla bla” e poi sulle spiagge vedo solo un trionfo di due pezzi. Al massimo quei costumi tipo a due pezzi però uniti da una stringa di tessuto al centro (roba da indossare solo se portate la 38). Diciamoci la verità: il costume intero è scomodo, non fa abbronzare la pancia e soprattutto dopo esserti fatto il bagno ti devi tenere la stoffa bagnata sulla pancia. Odio.

Vediamo un po’ i diversi tipi di fisico.

Fianchi larghi e seno piccolo: (questo lo metto per primo perché io sono così, la donna a pera :D )  La scuola in questi casi suggerisce un costume bicolore per uniformare per effetto ottico la differenza. Vale a dire: si può scegliere un costume che abbia il pezzo nei toni del bianco e quello di sotto nei noti del nero, così dovrebbe avere l’effetto ottico di allargare il seno e stringere i fianchi.

Per il reggiseno potremmo optare per un triangolo un po’ imbottito (se non abbiamo più sedici anni, in quel caso andrà benissimo anche un triangolino semplice).

No anche al reggiseno a fascia. Le spalline ve le potete abbassare quando vi stendete

A tutte quelle col fianchetto forte poi staranno meglio le mutandine a culotte un po’ old-style, che ti permettono inoltre di non dover ricorre a cerette estreme.

No allo slip coi laccetti. Quello se lo possono permettere davvero in poche.

Seno grande e fianchi larghi: in questo caso meglio il mono-colore, magari non troppo chiaro.

Da evitare anche le fantasie troppo vistose per evitare l’effetto tipo “fantasia floreale deformata perché tirata su una tetta troppo grande”.

Se il reggiseno poi è a triangolo, meglio che abbia una bella fascia ampia sotto il seno per sostenerlo e l’allacciatura dietro il collo.

Se non avete il rotolo di ciccia all’attaccatura delle braccia (questa è una mia personale ossessione) potete anche mettervi un bel reggiseno a fascia.

Pancetta: se avete un po’ di pancetta è meglio optare sono perfetti poi i costumi a vita un po’ alta.

Pare che quest’anno poi sia tornato di gran moda il costume sgambato tipo anni 80. Bene, una volta abituateci scopriremo che in genere dona di più dello slip calato sui fianchi.  E se proprio odiate vedervi la pancetta potete sempre optare per un costume intero, magari old-style con un cintolina in vita, come quello nel set. Adoooro.

Seno largo e fianchi stretti: ma che siete? Barbie?  Vi potete mettere di tutto e io vi odio.

Detto ciò il mio consiglio è semplice: se proprio non ne avete bisogno tirate fino a metà luglio coi costumi che già avete e poi compratevene uno di ottima qualità con i saldi scegliendo in un modello abbastanza classico. Sarà un acquisto che vi durerà negli anni.

Leggi anche:

    2 comments to Come scegliere il costume da bagno

    • Spero che quest’anno l’estate verra’ piu’ tardi possibile,sono almeno 5 kg in piu’ di l’anno scorso oddio……….. Pero’ dopo aver letto la vostra home page, ci mettero’ piu’ impegni per smartire questi shifosi 5 kg.

    • Ok, faccio outing: seno “giusto” e fianchi stretti… ma cellulite e cosciotti pesanti! per cui quando non sono spalmata al sole tipo balena spiaggiata, tentando di perdere questo colorito bianchiggio-giallino sono condannata al pareo :(

    Leave a Reply

     

     

     

    You can use these HTML tags

    <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>