Come imparare a camminare sui tacchi alti

Continuiamo a parlare di tacchi alti. Sarà che sono ormai due mesi che non indosso un paio di tacchi e sono terrorizzata dall’idea di non riuscirci più a camminare manco dalla porta di casa allo sportello della macchina, sarà perché  il 12camp (il corso per imparare a camminare sui tacchi) mi ha ispirato, fatto sta che oggi mi sono messa a cercare in rete istruzioni su come camminare bene sui tacchi alti.

Purtroppo ora non posso esercitarmi, disponendo al momento solo di all-star e ballerine, ma lascio a voi tali perle di saggezza, certa che al prossimo caffè che vi andate a prendere alla macchinetta farete una meravigliosa sfilata nel corridoio.

Ovviamente se siete una di quelle che stanno solo con tacchi di 10 centimetri dalla mattina alla sera e afferma che per loro è del tutto naturale, beh, passi avanti.

Questo è un post per tutte quelle che come me non rinunciano a mettere i tacchi e poi si ritrovano zoppicanti a fine serata.

tacchi_alti

Ecco le regole base per camminare bene sui tacchi alti

-Quando camminate appoggiate sempre prima la punta del piede e dopo il tacco (ecco questo posso allenarmi a farlo da subito)

-State diritte: testa alta, pancia in dentro, spalle rilassate.  Come dicono alla scuola delle modelle, immaginate di avere un filo che parta dalla testa e ti tiri in alto.

-Attenzione a non piegare troppo il ginocchio quando si mette il piede avanti altrimenti l’effetto “sto per capitolare” è assicurato.

Ma soprattutto

Duro allenamento!

Come in tutte le cose della vita anche in questo caso la pratica è fondamentale. Non mi ricordo bene dove ho letto che se ti eserciti in una cosa per almeno 10mila ore alla fine padroneggerei quella cosa alla perfezione. Allora se indossiamo i tacchi per diecimila ore alla fine avremo una falcata perfetta.  Quindi, indossando i tacchi per 8 ore al giorno, per 1250 giorni in tre anni e mezzo dovremmo riuscire a raggiugere una naturale arcuatura del piedetipo Barbie.

Ovviamente credo si possano raggiungere ottimi risultati in molto meno tempo…Dovrebbe bastare per esempio indossare dei tacchi 10 per stare in casa, così quando uscite col tacco 8 sarà una passeggiata.

Ovviamente è meglio se abitate al primo piano, non è tanto bello per la signora del piano di sotto avere una che cammina tutto il giorno coi tacchi sopra la testa.

Un altro stratagemma utile per allenarsi è portare i tacchi al lavoro, quando si passa la maggior parte del tempo sedute. Se avete un percorso lungo da casa vostra all’ufficio, potete sempre fare come le americane, mettersi i tacchi in borsa e cambiarsi le scarpe una volta arrivate in ufficio.

Qualche altro piccolo suggerimento:

-I cuscinetti di silicone da mettere sotto l’arco plantare alleviano un po’ la fatica. Li produce il dott Schools e li trovate al supermercato, mi pare costino sui 7 euro e sono riutilizzabili e lavabili.

-Un po’ di borotalco dentro la scarpa aiuta il piede a non scivolare.

-Un paio di ballerine pieghevoli di colore neutro infilate nella borsetta saranno la vostra salvezza… (e vi faranno sentire anche più sicure)

Ed ecco il video con gli esercizi:

Ti potrebbe interessare anche:

5 comments to Come imparare a camminare sui tacchi alti

  • Wow! Be’, la mia scuola dice di fare tacco-punta.
    Avremo modo di scambiarci un sacco di trucchi al 12Camp :D

  • ma è faticosissimo mettere prima la punta e poi il tacco :D
    Comunque il mio problema, lo condivido con voi, è che quando metto delle scarpe alte, per la prima mezzora vado tranquilla, non barcollo e sono felice, appena inizia a farsi sentire la stanchezza, oppure mi viene una vescica o qualunque altra tragedia, l’ansia dal mal di piedi mi annebbia il cervello e inizio a muovermi come un panda ubriaco.. :S
    Hai ragione..i cuscinetti del dottore mi hanno salvato la vita in un paio d’occasioni e quest’inverno (e mi sa che replicherò quest’estate) ho risolto in parte con la soluzione “zeppa sobria”, generalmente non mi piacciono ma se si trova il modello giusto poi si va via che è un piacere e l’effetto di guadagnarci in altezza è lo stesso del tacco :) certo non per una serata elegante, però per tutti i giorni.. :D D

  • [...] Come imparare a camminare sui tacchi alti    Come riconoscere una vera Vuitton [...]

  • Io ci provo sempre. Davvero, almeno due volte l’anno mi ci metto. Ma poi mi arrendo, e dopo l’ultimo terribile esperimento ho scritto la mia personalissima, ideale, immaginaria lista-guida di esercizi per camminare sui tacchi. Questa:http://cucinadigio.wordpress.com/2011/05/15/come-camminare-sui-tacchi-alti/

  • lussi

    io invece quando cammino sui tacchi all’inizio non ho problemi e solo che dopo un un po mi brucia la pianta del piede da metti e sono costretta a togliermi i tacchi :-(

Leave a Reply

 

 

 

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>